Home  
  
  
    Il cane in famiglia
Cerca

I cani
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il cane in famiglia

È il giorno fatidico, quello in cui porti a casa per la prima volta il tuo cucciolo o il cane adulto appena adottato. Poiché il cane è un animale sociale dovrebbe andare tutto bene, a condizione di rimanere con lui il tempo necessario perché si abitui alla sua nuova casa.

Il cane in famiglia
© Getty Images

Una volta a casa, togli il guinzaglio assicurandoti che non possa scappare, se abiti in una villetta, e lascialo andare dove vuole, tranne che nelle stanze in cui non desideri che entri (ad esempio la camera da letto). Sorveglialo con la coda dell'occhio. Lasciargli esplorare la casa per familiarizzare con l'ambiente e con gli altri componenti della famiglia non significa lasciargli fare tutto ciò che vuole…

Decodifica il suo linguaggio

In generale, è piuttosto evidente che un cane manifesti la sua contentezza scodinzolando e correndo dritto verso di te. Se invece ha paura, il pelo si rizza, indietreggia con la testa e con le orecchie abbassate, arrivando addirittura a ringhiare e a mordere se si sente messo alle strette. Questo tipo di comportamento non lascia presagire nulla di buono: si tratta forse di un cane che ha subito maltrattamenti in passato o di un cucciolo non adeguatamente socializzato. Per evitare queste seccature in futuro, vale la pena chiedere il parere di un istruttore cinofilo per rieducare molto velocemente questo comportamento. Lo stesso dicasi se hai adottato un cane già adulto e dal carattere dominante: se inizia a ringhiare quanto ti avvicini, quando vuoi uscire o sederti sul divano, è urgente consultare un veterinario comportamentalista e un istruttore cinofilo, perché se non riprendi immediatamente il controllo della situazione potrebbe verificarsi un incidente (morsicatura).

Fai di lui un cane socievole

Non aspettare che abbia completato tutti i richiami delle vaccinazioni per farlo uscire perché è proprio nei primi mesi di vita che deve conoscere il maggior numero di persone e di posti per sentirsi ovunque a suo agio quando crescerà. Evita semplicemente di portarlo in posti molto sporchi e di lasciargli leccare qualsiasi cosa trovi per strada.

Nei giorni successivi all'adozione, abitualo a incontrare cani di qualsiasi taglia, altre specie di animali (gatti, conigli, roditori…), bambini, adolescenti, anziani e adulti di ambo i sessi. Portalo ovunque (centro città, stazioni, parchi, ecc.) in modo che si abitui ai diversi rumori, compreso quello dei camion. Questa abitudine è addirittura più importante se lo hai trovato in un allevamento in aperta campagna dove non c'è anima viva (per abituarlo, l'allevatore gli avrà fatto ascoltare dei CD con la registrazioni di diversi rumori).

Se la prima volta che il tuo cane sente un rumore stridente e indietreggia per paura, non accarezzarlo per consolarlo: capirebbe che è corretto reagire in quel modo (rafforzamento positivo del comportamento) e che quindi ha ragione ad avere paura! Al contrario, comportati come se niente fosse: vedendoti impassibile finirà per capire che questo rumore non ha nulla di inquietante. Ultimo ma non meno importante: abitualo sin da piccolo alle manipolazioni, toccandogli le orecchie, i baffi, le zampe, ecc. In questo caso sarà il veterinario a ringraziarti!

 

Nathalie Szapiro 

Commenta
30/05/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale