Home  
  
  
    L'alimentazione del cane
Cerca

I cani
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'alimentazione del cane

Se pensi che nutrire il tuo cane consiste nel dargli gli avanzi della tavola con un po' di verdura, ti sbagli di grosso! Le sue esigenze alimentari sono molto diverse dalle nostre. Scopri con noi i menù a quattro stelle per i nostri amici a quattro zampe!

L'alimentazione del cane
© Getty Images

Le esigenze del cane sono certamente diverse in funzione della taglia, ma non solo. Contano vari aspetti tra cui l'età, la condizione fisiologica (femmina gravida o in allattamento), il modo di vivere (cane sportivo o pantofolaio) e lo stato di salute. Se acquisti un alimento industriale di alta qualità consigliato dal tuo veterinario non devi aggiungere altro perché il prodotto apporta tutto ciò di cui il cane ha bisogno. Ma se ti fa così tanto piacere preparargli tu stesso/a il cibo, perché hai tempo e ti diverte farlo, sappi che dovrai sempre aggiungere al pasto un complemento di vitamine e minerali appositamente studiati per i cani nutriti in modo tradizionale (in vendita dal veterinario e in farmacia) per non provocare carenze alimentari. Infine, sia che giochi a fare il cuoco/la cuoca o meno, servigli sempre il cibo in una ciotola pulita e lasciagli dell'acqua fresca a volontà. Non importa se sia in plastica o in acciaio inox, di colore rosso o grigio: diversamente dal gatto, che attribuisce molta importanza ai suoi piccoli oggetti, al cane interessa di più il contenuto del contenente!

Cibo preparato in casa

Certamente il cane è carnivoro, ma questo non significa che si nutra esclusivamente di carne. Per un cucciolo in pieno sviluppo, dagli fino al 50% della sua razione, da mescolare con il 25% di riso, il 10% di verdura e il 10% di una miscela di nutrienti essenziali (a tale scopo, mescola un terzo di oli di origine vegetale, un terzo di lievito di birra e un terzo di vitamine e minerali). Calcola 4 pasti fino a 3 mesi di età, poi 3 pasti al giorno fino a 6 mesi e 2 pasti al giorno tra 6 mesi e un anno. Dopo il compimento dell'anno, può bastare un unico pasto.

Inoltre, nel cane adulto la proporzione di carne diminuisce al 35%, per 25% di verdura, 30% di cereali e 10% di nutrienti.

In caso di insufficienza renale, assai frequente in un cane anziano, talvolta è necessario ridurre ulteriormente al 20% di carne (preferibilmente del pollame, più digeribile) per 50% di cereali, 20% di verdura e 10% di nutrienti essenziali.

Cibo industriale

È di gran lunga la soluzione più affidabile - contiene tutto nella giusta quantità - e la più pratica, soprattutto se scegli delle crocchette, facili da trasportare quando sei in viaggio e meno costose rispetto ai paté. Un cane non si stanca di mangiare sempre la stessa cosa. La sua scorta di enzimi digestivi gli permette di tollerare sempre lo stesso cibo, cosa che non accade se aggiungi nuovi alimenti (rischi di causargli diarree). Inoltre, tollera davvero molto male alcuni alimenti come le crucifere (vasta famiglia botanica a cui appartengono i cavoli, ma non solo), le leguminose, le patate, il pane e il cioccolato, assolutamente tossico.

Stai attento/a a non rimpinzarlo di dolciumi perché così facendo diventerà obeso, con il conseguente rischio di diabete.

 

Nathalie Szapiro

 

Commenta
30/05/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale