Home  
  
  
    Le attenzioni per un cane malato
Cerca

I cani
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Attenzioni per il cane malato

Quando sta male il cane si mette in un angolo e piagnucola indebolito o, in qualche raro caso, può mostrarsi aggressivo se lo si tocca nel punto sensibile. In più, non fa le feste, non ha brio e può arrivare persino a disertare la ciotola.

Le attenzioni per un cane malato
© Getty Images

Non attribuire troppo velocemente l'improvvisa indolenza del tuo amico alla pigrizia. Se non ti viene incontro dimenandosi quando lo chiami per una carezza, se si dimostra stranamente calmo o, al contrario, particolarmente agitato, questi sintomi possono essere il segnale che sta "covando" una malattia.

Fidati solo del termometro

Inizia con un'ispezione molto delicata per cercare di capire qual è il problema. Tranne nel caso in cui si dimostri aggressivo per effetto del dolore, aprigli la bocca alla ricerca di un dente molto consumato. Ispeziona accuratamente il manto per scovare una ferita. Controlla che la respirazione sia regolare e normale. Vai alla ricerca di eventuali "scoli" (occhi o naso che colano). Guarda sotto le zampe per controllare che non abbia una lesione del cuscinetto o, se fa qualche passo, assicurati che non zoppichi. Ispeziona anche la parte interna delle orecchie, ad esempio per verificare che non vi sia traccia di schegge o frammenti di piante. Ultimo test: non ti rimane che misurargli la temperatura. A tale scopo, inserisci il termometro nell'ano (a una profondità di 2 centimetri), avendone prima unto la punta con della vaselina. Se la temperatura indicata dal termometro si aggira intorno a 39,5° C, è segno che ha la febbre (come nel caso di un gatto). Non somministrargli alcun farmaco e portalo dal veterinario. Comportati nello stesso modo se hai riscontrato un'anomalia durante l'ispezione.

Attenzione: bisogna portarlo d'urgenza - avvisando prima il veterinario del vostro arrivo - se il cane presenta sintomi inquietanti, come una febbre molto alta (intorno 40,5°C), conati di vomito che restano vani, accompagnati da abbondante salivazione, diarree emorragiche, un comportamento strano, ecc.

Non farti troppi problemi con le medicine

In generale, si riesce sempre a giocare d'astuzia con un cane per somministrargli i farmaci. Infatti, poiché molti cani sono golosi, è sufficiente inserire la compressa in uno dei suoi cibi preferiti, ad esempio un pezzo di formaggio molto odoroso, perché la ingoi completamente. In caso contrario, aprigli la bocca, mettigli in bocca la compressa e tienigliela chiusa fino a quando si lecca il muso, segno che la compressa è stata ingerita. Dagli una ghiottoneria subito dopo, come ricompensa, in modo che non sia diffidente la prossima volta che ricorrerai allo stesso stratagemma. In caso di farmaco liquido, utilizza una siringa (senza ago) per metterglielo in gola: per portare a termine correttamente l'operazione devi posizionare la siringa sul lato della bocca per non rischiare di inviare il liquido nella trachea (canale sbagliato) e premere delicatamente lo stantuffo. Se l'operazione non va a buon fine, i laboratori farmaceutici hanno pensato anche a questa eventualità, commercializzando pastiglie profumate in cui poter nascondere il farmaco: parlane con il tuo veterinario.

 

Nathalie Szapiro

Commenta
30/05/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale