Home  
  
  
    Natale con i tuoi animali
Cerca

La salute degli animali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Natale a quattro zampe

E’ Natale... Le nostre case si “vestono” a festa, si riempiono di addobbi e luci, oggetti colorati e pacchi regalo. Ma ATTENZIONE! Le nostre decorazioni, infatti, possono trasformarsi in veri e propri pericoli per i nostri animali domestici.

Natale con i tuoi animali
© Getty Images

Alberi di Natale, piante tossiche, assaggini letali e giocattoli pericolosi... Sono tanti i “nemici”, per i nostri “quattrozampe”, nascosti nelle giornate di festa. Scopriamoli insieme!

L’albero di Natale

Palline colorate e luci sono un’attrazione irresistibile per molti “pet”. “Fido”, infatti, potrebbe confondere le palline del nostro abete per la pallina con cui gioca al parco. Nel migliore dei casi, quindi, potrebbe “abbattere” il nostro albero di Natale mentre, nel peggiore, potrebbe anche ingoiarle. In modo particolare, poi, sono a rischio i cuccioli al loro primo Natale. Un altro “nemico”, nascosto nel nostro abete, è rappresentato dalle luci. Fido e Micio, infatti, potrebbero addentare i fili elettrici intermittenti. Il rischio più grave è quello che rimangano folgorati. Attenzione, inoltre, ai “capelli d’angelo”. Queste decorazioni, lunghe, sottili, dai colori metallici, infatti, sono irresistibili per i nostri gatti. In questo caso a subire il fascino letale di questi addobbi non sono soltanto i micetti ma anche i gatti adulti. Gli animali possono ingoiare, come spaghetti, interi fili con conseguenze letali.

Il Presepe

Tipico di molte case italiane il nostro Presepe, ça va sans dire, rappresenta un vero e proprio “killer” per i nostri animali. Pastorelli, bue, asinello ma, anche, re magi e altre figure, agli occhi e alle fauci dei nostri “pet” sono divertentissimi giochi da masticare e, a volte, da ingoiare. La raccomandazione è, quindi, quella di realizzare il nostro Presepe in un luogo inaccessibile per i “quattrozampe”.

Piante

Un capitolo a parte meritano le piante tipiche del periodo natalizio. Stelle di Natale, agrifoglio e vischio sono, infatti, tossiche per i nostri “quattrozampe”. Un grande classico, la “stella di Natale” - Euphorbia - se ingerita dai nostri animali, infatti, può causare irritazione della bocca, della gola e dell’esofago ma anche tosse, conati di vomito e diarrea. Un sintomo, tipico dell’ingestione di questa pianta, è rappresentato dallo sfregamento del muso, da parte del nostro animale, con le zampe anteriori. Anche l’Agrifoglio - Ilex - può creare problemi ai nostri cuccioli. Le sue bacche rosse, infatti, possono essere ingerite causando vomito, diarrea e alterazioni neurologiche. Tra le piante tipicamente natalizie, infine, c’è il Vischio - Phoradendron - che costituisce il “nemico” più pericoloso. Questa pianta, infatti, è estremamente tossica per i nostri “pet”. Foglie e bacche opalescenti, in caso di ingestione, possono causare sintomi molto gravi. L’animale, in questo caso, accusa, oltre a vomito e diarrea, un notevole abbassamento della temperatura corporea, midriasi, dilatazione, delle pupille, aumento della sete e irregolarità della frequenza cardiaca. Possono comparire, inoltre, alterazioni neurologiche, disorientamento, mancanza di coordinazione, ipereccitabilità, convulsioni. Se proprio tenete, quindi, alla tradizione del bacio sotto il vischio assicuratevi che sia inaccessibile per i vostri amici animali.

Bocconcini letali

L’atmosfera del Natale porta molti proprietari di animali a “premiare” con avanzi delle tavole di festa cani e gatti. Zampone con lenticchie, salsicce ma anche panettoni e altre leccornie possono causare ai nostri “quadrupedi” gravi problemi gastroenterici. Un NO assoluto, poi, per il cioccolato. Questo, infatti, costituisce, per i nostri animali, un vero veleno. Ricordate che 25 grammi di cioccolato fondente possono essere letali per un cane di 20 chili. Se, davvero, volete regalare ai vostri “pet” un cadeau gastronomico acquistate prodotti confezionati, specificatamente, per loro.

Botti di Capodanno

La notte del 31 Dicembre rappresenta un vero e proprio incubo per molti animali domestici. I “quattrozampe”, infatti, hanno un udito molto più sensibile di quello umano. Il boato delle deflagrazioni può spaventarli al punto da scatenare comportamenti, istintivi, molto pericolosi. La prima regola, se siete costretti a lasciarli a casa, quindi, è di chiudere, in un luogo comodo e rassicurante, i nostri “amici pelosi”. Dinanzi a comportamenti dettati dalla paura, poi, non “premiate” gli animali con carezze rassicurative. Il cane, infatti, potrebbe tradurre questi gesti come una legittimazione del suo stato di panico. Mantenete, invece, un atteggiamento sereno e disinvolto. E’ bene ricordare, inoltre, che potete, rivolgendovi in anticipo al vostro veterinario, somministrare ai vostri animali farmaci omeopatici o fitoterapici in grado di abbassare lo stress e limitare l’ansia dei vostri “quattrozampe”.

Insomma facciamo in modo che il Natale sia un momento di festa e di felicità per tutti... Anche per i nostri Fido e Micio... AUGURI!

Commenta
20/12/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale