Home  
  
  
    Quando andare dal veterinario?
Cerca

La salute degli animali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quando andare dal veterinario?

I nostri animali non hanno il dono della parola, ma alcuni comportamenti possono allertarci sui loro problemi di salute. Impara a riconoscere quei segnali che meritano rapidamente il parere di un veterinario.

Quando andare dal veterinario?
© Getty Images

A meno che non tu non abbia assistito a un incidente (animale ferito), o abbia sorpreso il tuo amico a quattro zampe mentre beveva o ingoiava un prodotto per lui pericoloso (intossicazione) – nel qual caso devi contattare il veterinario il prima possibile – è soprattutto un cambiamento nel suo comportamento a doverti mettere in allarme.

Cane
Devi insospettirti se non viene a farti le feste come suo solito ma resta prostrato in un angolo, oppure se è stranamente agitato. Stessa cosa se si mostra improvvisamente aggressivo (forse a causa del dolore). Al minimo dubbio, chiama il veterinario per un consiglio: se quest’ultimo teme un’emergenza vitale (per esempio se la pancia del cane è molto distesa, il che può indicare una dilatazione, cioè una torsione dello stomaco), ti dirà di recarti immediatamente da lui e nel frattempo preparerà il blocco operatorio. Nel frattempo, non dargli niente da mangiare, né da bere, né farmaci, salvo indicazioni particolari del veterinario con cui hai appena parlato.

Gatto
Quando sta male, il suo primo riflesso è nascondersi, oppure mostrarsi aggressivo se insisti per andare a prenderlo. Analogamente, se lo vedi insolitamente sonnolento, se ridiventa sporco o se noti che lascia la ciotola intatta o quasi, cosa che non fa mai, chiama il veterinario e fissa subito un appuntamento. Un gatto non deve rimanere a digiuno perché rischia una lipidosi epatica (infezione del fegato) che porta rapidamente alla morte.

Uccello
Un uccello malato può morire molto in fretta, non esitare a recarti dal veterinario se tiene gli occhi chiusi a metà, se resta immobile, se trema, o se ha le piume arruffate. Stessa cosa se non riesce più a volare, se respira rapidamente e in modo anomalo, se non si nutre più, se le ali o la coda sono in una posizione insolita, se è sporco di sangue ed escrementi, se le sue feci sono liquide, ecc. Se hai più uccelli nella stessa gabbia, isola subito quello malato per limitare i rischi di contagio e disinfetta la gabbia, anche se non è il giorno dedicato alla pulizia.

Coniglio o roditore
Quando un roditore è malato, il suo aspetto generale e il suo comportamento cambiano. Può rimanere raggomitolato in un angolo, per esempio, con gli occhi semiaperti e, soprattutto, non andare più a prendere il cibo. Il respiro è irregolare e il pelo poco curato. Non reagisce più a quello che di solito lo stimola e, se vive insieme ad altri roditori, tende a mostrarsi aggressivo se questi ultimi lo disturbano. È necessario andare presto da un veterinario, prima di tutto perché forse ha i giorni contati, e poi perché molte malattie di questi nuovi animali domestici (NACs) sono contagiose: gli altri animali accanto a lui potrebbero esserne a loro volta colpiti. In attesa di andare dal veterinario, isola il piccolo malato e lava la gabbia.

Nathalie Szapiro

Commenta
16/07/2013
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale