Home  
  
  
    Accogliere bene il proprio roditore
Cerca

I roditori
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Accogliere bene il proprio roditore: ne va della sua sopravvivenza!

Sistemato nel posto sbagliato o stressato, il tuo piccolo compagno svilupperebbe presto disturbi del comportamento o potrebbe anche lasciarsi deperire. Una buona accoglienza va preparata!

Accogliere bene il proprio roditore
© Getty Images

Il tuo compito è duplice: sistemare e addomesticare il tuo nuovo compagno, solo o con un altro simile per quelli che, come i gerbilli, possono vivere solo in collettività.

Un habitat decoroso

Mettigli a disposizione una gabbia spaziosa e tutti gli accessori di cui ha bisogno: una mangiatoia per gli alimenti secchi, un'altra per i cibi freschi, un abbeveratoio, una casetta, ecc. Le gabbie a piani sono utili per moltiplicare le possibilità di spostamento dei piccoli roditori, difficili da lasciare in libertà perché troppo veloci da riacciuffare in caso di fuga. Sistemala in un posto non esposto a correnti d'aria, a calore eccessivo o a vapori e tantomeno in un punto di passaggio rumoroso. Non dimenticare di mettere a disposizione dei giochi: ruote (per topolini, criceti, ecc.), tunnel, scale, percorsi a ostacoli... tutte queste attività sono ideali per tenerli occupati. Infine, alcuni roditori come i cincillà hanno esigenze particolari: una "vasca da bagno" riempita di sabbia, ideata specificamente per la sua toeletta!

Per quanto sia bella la gabbia, questo non ti impedisce di far uscire quelli più grandi: porcellini d'India, cincillà, conigli o topi. Tienili comunque sempre d'occhio, compreso quando li liberi in giardino: il tuo piccolo compagno non può sgranocchiare tutto ciò che trova (troppe piante tossiche), tantomeno finire preda di un gatto o un cane che vive nei paraggi.

Interpreta le sue richieste

Dopo aver trovato la giusta collocazione al tuo roditore, è facile capire cosa sente. Se è spaventato è steso a terra, con gli occhi fuori dalle orbite e le orecchie abbassate sulla testa (un porcellino d'India può anche cercare di fare il morto per ingannare il nemico). Se il roditore piega le orecchie all'indietro, si rizza sulle zampe per sembrare più grande, arruffa il pelo e batte addirittura i denti, fai attenzione: è il segnale che sta per mordere. Le cause: stress, manipolazioni troppo frequenti e improvvise (mentre dormiva e non se lo aspettava) o un ambiente non idoneo, una malattia sottostante passata inosservata e, in ultimo, anche il dolore potrebbe renderlo aggressivo.

Ma se è stupito e sereno, rimane in piedi con le orecchie dritte come per cercare di saperne di più di quanto accade intorno a lui. Se sta bene, puoi trovarlo completamente disteso o ripiegato su se stesso con le orecchie abbassate e gli occhi semichiusi, a meno che non sia ben sveglio e faccia le capriole rotolandosi per terra o, nel caso di un porcellino d'India, emetta gemiti o mugolii. Quest'ultimo, infatti, è un animale molto loquace! Aspetta un po' di tempo prima di manipolarlo per permettergli di familiarizzare con l'ambiente: quando lo porti a casa, accontentati di parlargli con un tono di voce dolce poi, quando viene verso di te, metti la mano nella gabbia. Se si avvicina dimostrandosi curioso, è fatta! Altrimenti, abbi ancora un po' di pazienza e offrigli qualcosa di ghiotto per rassicurarlo!

 

Nathalie Szapiro


Commenta
07/06/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale