Home  
  
  
    Piccole attenzioni per il tuo roditore
Cerca

I roditori
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Piccole attenzioni per il tuo roditore

In natura, il roditore si affila i denti sui rami e si lima le unghie scavando delle tane. In casa tua è (quasi) missione impossibile. Sta quindi a te assicurare il benessere del tuo piccolo compagno e la sua igiene quotidiana.

Piccole attenzioni per il tuo roditore
© Getty Images

Un roditore o un coniglio è fragile e i suoi peggiori nemici sono lo stress e una modificazione dell'ambiente in cui vive. Ecco perché, dopo avergli trovato la sistemazione migliore, preferibilmente in alto su un mobile, a debita distanza da finestre, sistemi di riscaldamento o ventilatori, non dovrai più cambiarla. Non ti resta che assicurargli un'ottima igiene di vita, senza la quale potrebbe sopraggiungere un'infezione che gli sarebbe fatale. Infine, per evitare il sovrappopolamento, se hai adottato più di un coniglio o un roditore, pensa di far castrare i giovani maschi!

Igiene della gabbia: impeccabile

Trovagli una buona lettiera vegetale, leggera e assorbente, ad esempio in paglia di canapa sbriciolata, che può mangiare senza alcun rischio. Infatti, un roditore se ne serve per svariate ragioni: come tappeto di protezione per le zampe, per assorbire le urine e le sue deiezioni, per costruire un nido, come accessorio da sgranocchiare o per nascondercisi sotto, addirittura per scavare gallerie (nel caso dei gerbilli).

Devi cambiarla tutti i giorni se non vuoi che marcisca ed emani cattivi odori. Inoltre, è necessario lavare la gabbia tutte le settimane con acqua calda e disinfettarla con la candeggina prima di risciacquarla a fondo…

Cure igieniche anche per il tuo amico

I roditori di taglia più grande, come il porcellino d'India o il coniglio vanno spazzolati almeno una volta alla settimana se hanno il pelo raso (con una spazzola), ma tutti i giorni se hanno un pelo d'angora (con una striglia). Al contrario, non vanno lavati, tranne in casi particolari (ad esempio un'esposizione). Il cincillà, invece, fa bagni di sabbia (ma senz'acqua) attraverso cui si prende cura della sua pelliccia. Controlla periodicamente la lunghezza delle unghie: quando diventano troppo lunghe è necessario tagliarne la parte traslucida con un tagliaunghie (è un'operazione indolore che non comporta alcun rischio). Per bloccare la crescita dei denti, è necessario dargli in pasto dei rametti di alberi da frutto (ma non degli alberi resinosi) da rosicchiare tutti i giorni o dei dolciumi specifici. Tuttavia, a volte questi accorgimenti non bastano e i denti continuano a crescere arrivando al punto di impedire al povero animale di nutrirsi: è quindi d'obbligo una visita dal veterinario per tagliargli i denti troppo lunghi (con una tenaglia per unghie), approfittandone per imparare questa pratica in modo da poterla ripetere la volta successiva.

Non ti rimane che ispezionare regolarmente le orecchie, il pelo, il posteriore, ecc. La presenza di scoli (dal naso) o di deiezioni incollate richiedono il parere di un veterinario. Lo stesso dicasi se il tuo piccolo amico rifiuta il cibo, rimane raggomitolato nel suo cantuccio o si mostra addirittura aggressivo. Forse è malato e, senza l'intervento del veterinario, rischierebbe di morire. Se infetto, potrebbe contaminare gli altri occupanti della gabbia, in caso ve ne sia più di uno. Un'altra buona ragione per reagire in modo tempestivo!

 

Nathalie Szapiro

Commenta
07/06/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale