Home  
  
  
    Scegliere il proprio roditore
Cerca

Scegliere l'animale giusto
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Scegliere con attenzione il proprio roditore: una questione di stile di vita!

Tra quelli che hanno bisogno di una grandissima gabbia, quelli che vivono di notte e quelli che hanno bisogno di sgranchirsi spesso le zampe, la scelta non è affatto semplice. Per prima cosa, considera quello che tu sei in grado di offrire…

Scegliere il proprio roditore
© Getty Images

Il primo errore sarebbe quello di acquistare un roditore "per partito preso", adducendo come pretesto di avere poco tempo per occuparti di un animale e che tuo figlio ti chiede di avere un cane. Nulla fa pensare che possa essere contento di ricevere un roditore al posto del cucciolo tanto desiderato. Inoltre, alcuni roditori come i criceti non sono gli animali più adatti per i bambini: iniziano a svegliarsi la sera (sono animali notturni), proprio quando devi mettere a letto tuo figlio!

Considerazioni pratiche

Anch'esse rivestono la loro importanza, perché ne va del benessere e, di conseguenza, della buona salute dei roditori. In particolare, hanno bisogno di una gabbia di taglia extra-large: i conigli (che in realtà sono dei lagomorfi e non dei roditori), i porcellini d'India, i cincillà, gli ottodonti (degu) e gli scoiattoli coreani (gli ultimi tre richiedono persino una voliera). Criceti e cincillà sono animali notturni: insomma, c'è di che riflettere prima di acquistarli se si vive in un monolocale per non correre il rischio di essere svegliati tutte le notti. Il coniglio e in minima parte il porcellino d'India hanno bisogno di sgranchirsi le zampe tutti i giorni, quindi di uscire dalla gabbia, ovviamente sotto sorveglianza. Lo scoiattolo coreano, che per natura è un animale timoroso, non è certamente il compagno ideale dei bambini, che faranno molta fatica ad addomesticarlo e che rischiano soprattutto di spaventarlo con le loro grida. Per i più piccoli, meglio optare per un topo striato che ha il pregio di essere un animale diurno, facile da addomesticare e che non morde tanto facilmente quanto un criceto. Per quanto riguarda il gerbillo, deve necessariamente vivere in gruppo: due è il numero minimo! E visto che questo roditore adora scavare tane in strati di trucioli e argilla, devi aspettarti di trovare un po' di sporcizia intorno alla gabbia. Infine, se un criceto o un topo non vivono più di 2 - 3 anni (3 - 4 anni per il topo striato), non è lo stesso per un cincillà, la cui prospettiva di vita è di 15 anni (12 anni per lo scoiattolo coreano) quando trova buone condizioni per crescere. Insomma, rifletti attentamente prima di assumerti questo impegno!

Dove trovarli?

I francesi ne hanno già adottati centinaia di migliaia: in Francia si contano infatti circa 600.000 conigli, 500.000 criceti e 400.000 porcellini d'India. Dopo aver deciso e aver acquistato tutto l'occorrente, non ti resta che andare alla ricerca del tuo futuro compagno in un allevamento o in un negozio di animali pulito e in buone condizioni. Orientati su un soggetto giovane ma svezzato (di 1 o 2 mesi a seconda delle razze). Ci sono forti probabilità che goda di buona salute se ha lo sguardo vispo, l'occhio brillante e il naso pulito (senza mucosità nasali). Anche il deretano deve essere pulito e non presentare tracce di deiezioni incollate che potrebbero presagire una diarrea. Infine, la pelliccia deve essere lucida, totalmente priva della minima traccia di croste, forfora e senza perdita di pelo.

 

Nathalie Szapiro

Commenta
01/06/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale