Home  
  
  
    L’importanza dell’igiene intima in estate
Cerca

Benessere estivo
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L’importanza dell’igiene intima in estate

Fastidiosi pruriti, bruciore e infiammazione: in estate è facile trovarsi a combattere con questi problemi intimi, soprattutto al rientro dalle vacanze. Come si possono prevenire questi disturbi? È sufficiente aspettare che passino da soli?

L’importanza dell’igiene intima in estate
© Getty Images

L'equilibrio delicato dell'igiene imtima

Il caldo, la sabbia, l’umidità, le fibre sintetiche dei costumi da bagno possono alterare l’equilibrio della flora batterica fisiologica delle parti intime: vaginiti, candidosi, infezioni sono dietro l’angolo ed è importante prevenirle soprattutto per non rovinarsi la villeggiatura.

Nelle parti intime di donne e uomini è presente un equilibrio perfetto di microrganismi che nel giusto mix non generano disturbi ma anzi permettono all’organismo di difendersi da attacchi esterni, un po’ come accade per la flora batterica cutanea. Quando ci si trova in situazioni particolari, cura antibiotica, periodi stress o le vacanze in cui le abitudini igieniche sono diverse, questo equilibrio può alterarsi e dare luogo a fenomeni poco piacevoli, per il prevalere di un microrganismo sugli altri. L’ecosistema presente nelle zone intime è piuttosto popolato e il suo equilibrio va preservato, si rischia altrimenti di fare i conti con esami clinici e visite specialistiche spesso molto costosi. Anche se al rientro non si hanno sintomi evidenti, è bene sottoporsi ad una visita ginecologica e ad un PAP test, per essere certi di non essere affetti da vaginiti allo stadio iniziale o che non si manifestano immediatamente.

Salute intima: microrganismi patogeni

La candida, un’infezione micotica, trova terreno fertile in situazioni umide come il costume bagnato e provoca perdite biancastre, prurito e bruciore a volte anche molto acuti. La cistite, provocata da un batterio, crea disagio nella vita quotidiana portando il soggetto che ne è affetto a sentire continuamente lo stimolo della minzione non essendoci però la reale necessità. Compare a causa della scarsa igiene oppure per la scarsa idratazione: la pipì è il liquido attraverso il quale l’organismo si libera dei materiali di scarto che restano dopo il lungo processo digestivo e se è poco “diluita” può irritare i condotti urinari e provocare forti bruciori. Anche il batterio della gardnerella vaginalis provoca prurito ma in misura minore rispetto alle micosi ed è accompagnato da cattivo odore e perdite vaginali.

Altro inconveniente “estivo” è rappresentato dalla secchezza vaginale che colpisce le zone intime a seguito anche di irritazioni non pericolose, le quali però ostacolano i rapporti sessuali a causa della scarsa lubrificazione che provoca. In ogni caso, è importante utilizzare sempre il preservativo in tutti i rapporti sessuali anche con partner abituali, per evitare sia di essere contagiati sia di contagiare l’altro qualora si fosse affetti da uno di questi disturbi o da una MST.

Prevenzione e protezione intima in estate

Il Ph delle zone intime va protetto: esso è molto acido (il valore è compreso tra 3,8 e 4,5) per creare una prima barriera naturale di protezione contro microrganismi pericolosi e agenti patogeni. L’ambiente sfavorevole ne contrasta la proliferazione e l’utilizzo dei detergenti specifici deve essere svolto con criterio e seguendo i consigli del medico e del farmacista di fiducia. Ricorda che a volte detergere con della semplice acqua può essere il miglior modo per non alterare la flora batterica locale, anche se può sembrare impopolare. L’ideale sarebbe mantenere queste zone all’asciutto ed evitare il contatto diretto con la sabbia, ricca di batteri virus spesso patogeni. I disturbi intimi raddoppiano nei mesi estivi e prevenirne la comparsa è consigliabile per evitare di ritrovarsi a settembre a combattere con delle conseguenze pericolose quali l’infertilità: evita la biancheria sintetica e indossa solo quella in cotone o seta (da lavare con cura per eliminare tracce di detersivo o batteri e virus), stai alla larga dagli indumenti stretti che facilitano la sudorazione e quindi la proliferazione di infezioni e funghi (amanti degli ambienti umidi), infine preferisci gli assorbenti esterni a quelli interni (regola che vale anche in inverno) e cambiati ogni tre/quattro ore. Durante il ciclo mestruale è consentito detergersi più volte al giorno o ogni qualvolta si senta la necessità di rinfrescarsi, cosa che invece è da evitare durante il resto del mese, pena l’alterazione del Ph o della flora batterica. Ricorda che le infezioni più comuni sono la causa del 70% dei parti prematuri: se sei incinta fai attenzione e cura al meglio la tua salute intima.

Salute delle parti intime: alimentazione e medicinali inefficaci

L’alimentazione è in grado di aiutarti a prevenire molti disturbi: yoghurt e latticini sono un toccasana per l’equilibrio naturale della flora batterica, quindi non restare mai senza. Frutta e verdura inoltre ti danno quei sali minerali e vitamine utili per combattere eventuali infezioni e non sovraccaricare l’apparato digerente, anch’esso causa di squilibri sia intimi che non. Evita quei prodotti che promettono di alleviare pruriti e irritazioni: spesso nella formulazione non c’è alcun principio attivo terapeutico bensì degli anestetici locali che mascherano solo i sintomi senza curarne la causa. Possono essere utili solo in casi di emergenza ma non rappresentano la soluzione più idonea alle infezioni di cui potresti essere affetta.

Attenta quindi a mantenere l’equilibrio naturale dell’ecosistema vaginale, segui i consigli di Doctissimo e del tuo ginecologo per evitare fastidiosi problemi che possono rivelarsi pericolosi per la salute di tutto il tuo corpo.

Commenta
25/08/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Benessere

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale