Home  
  
  
    Le cause dell'insonnia
Cerca

L'insonnia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Le cause dell'insonnia

Tutte le tipologie di insonnia presentano un tratto in comune: hanno una causa ben precisa. La mancanza di sonno non è mai un evento naturale: il nostro corpo richiede sempre il riposo quando siamo in salute. Ogni volta che insorge l'insonnia è quindi necessario, per curarla, risalire alla causa scatenante che l'ha provocata. Scopriamo insieme le possibili cause di questo disturbo, sia che siano di tipo psico-somatico che di tipo oggettivo.

Le cause dell'insonnia
© Getty Images

Le cause fisiologiche dell'insonnia

Insonnia da stress
La causa più comune dell'insonnia è lo stress. Si tratta anche della causa più facile da riconoscere, senza la necessità di effettuare un accertamento medico. Lo stress influisce in maniera significativa sul sonno: se il cervello non riesce a smettere di elaborare pensieri non è in grado di far raggiungere al corpo il livello di tranquillità necessario per addormentarsi.

Non sempre l'insonnia da stress si manifesta in seguito ad un evento traumatico o ad un problema in corso in quel momento. Spesso lo stress ha origine nel nostro passato e possono volerci anni prima che si manifesti in superficie. L'insonnia da stress colpisce maggiormente le donne ma ha effetti maggiori, in termini di intensità e durata, sugli uomini. Impara a gestire lo stress per vivere meglio!

Insonnia ormonale (insonnia in gravidanza ed insonnia in menopausa)
I cambiamenti ormonali incidono in maniera significativa sull'andamento del sonno. Lo stesso ciclo mestruale comporta periodi del mese in cui una donna è più soggetta a soffrire di insonnia, come ad esempio i giorni che precedono il ciclo. Queste variazioni sono molto più evidenti durante la gravidanza e la menopausa, quando i cambiamenti ormonali sono repentini e profondi. L'insonnia in gravidanza è un disturbo molto comune, che colpisce quasi il 70% delle donne in dolce attesa. 

Insonnia e tiroide
E' stato dimostrato di recente che i disturbi alla tiroide possono provocare alterazioni del sonno. Gli ormoni tiroidei sono molto importanti per l'equilibrio dell'organismo e quando, a causa di un malfunzionamento della ghiandola, sono in eccesso o in calo può insorgere uno stato di insonnia. Ecco perché i medici, quando trattano l'insonnia, spesso richiedono un esame del sangue con la rilevazione degli ormoni tiroidei. 

Insonnia e farmaci
Esistono in commercio numerosi farmaci che provocano l'insonnia come effetto collaterale. I maggiori colpevoli sono i farmaci antistaminici a lunga somministrazione, quelli utilizzati per curare le allergie. Anche alcuni psicofarmaci per la cura dei deficit di attenzione possono provocare una insonnia più o meno marcata. Attenzione anche all'abuso di farmaci calmanti e sedativi: se in un primo momento favoriscono il rilassamento, a lungo termine provocano l'effetto contrario.  

Insonnia da malattia
Capita spesso che l'insonnia non sia il vero problema ma soltanto il sintomo di una diversa patologia medica. Le malattie più comuni che provocano l'insonnia sono: mal di schiena, mal di testa, allergie e malattie respiratorie acute e croniche (asma).

Insonnia idiopatica
Si tratta della forma di insonnia meno diffusa ma anche la più difficile da curare. L'insonnia idiopatica è di tipo cronico, ovvero sempre presente, con la quale l'individuo è costretto a convivere per tutta la vita. Non esistono cause apparenti per questa insonnia, i medici pensano che sia provocata da una mancanza dell'organismo di regolare i ritmi di sonno-veglia. Al momento però non sono ancora stati trovati riscontri medici di questa teoria.

Cause esterne dell'insonnia

Insonnia ed alimentazione
Una delle cause esterne più diffuse dell'insonnia è legata all'alimentazione. Spesso infatti consumiamo cibi contenenti sostanze eccitanti che non permettono al corpo di rilassarsi. Parliamo sopratutto di caffeina, teina ed alcool, principalmente se assunti dopo le 5 di pomeriggio. Anche grassi, cibi troppo elaborati e carne rossa sono alimenti pericolosi: mangiare sano e leggero non è soltanto un buon consiglio dietetico.

E' stato dimostrato che una digestione lunga e difficile può provocare non soltanto difficoltà a prendere sonno ma anche un riposo agitato e non ristoratore. Doctissimo ti segnala quali sono gli alimenti che aiutano a dormire bene.

Insonnia da altitudine
Anche i cambiamenti di quota influiscono sulla qualità del sonno. Una delle caratteristiche del mal di montagna è infatti una maggiore difficoltà di riposare bene. Spesso l'insonnia da altitudine tende a scomparire nel giro di qualche giorno ma a volte può protrarsi per periodi più lunghi.

Insonnia da errata igiene del sonno
L'igiene del sonno è l'insieme di tutti i comportamenti corretti che andrebbero tenuti per favorire un buon sonno. Quando alcune abitudini non sono conformi alle linee guida degli specialisti del sonno, può insorgere l'insonnia. Oltre alle cause alimentari, che abbiamo visto in precedenza, esistono numerose cause ambientali che possono incidere sulla qualità del sonno.

Le più comuni sono:

  • una temperatura interna della camera da letto troppo calda o troppo fredda
  • una profumazione per ambienti troppo aggressiva
  • la presenza in camera da letto di dispositivi elettronici (televisori, PC e cellulari)
  • un abbigliamento notturno non adatto: pigiama troppo pesante, abiti troppo stretti, mancanza dei calzini, mancanza di abiti etc.
  • un rumore di fondo eccessivo o l'assenza di rumore di fondo (quante volte vi è capitato di dire che il troppo silenzio vi impediva di dormire?)
  • la condivisione del letto: avere accanto una persona che russa o si muove molto durante la notte può disturbare il nostro riposo

Insonnia da luna piena
Questo particolare tipo di insonnia potrebbe far sorridere. Uno studio americano ha rilevato come, per tutti gli individui, nel periodo della luna piena il sonno sia più leggero ed addormentarsi richieda qualche minuto in più del solito. Nei soggetti particolarmente sensibili ai cicli lunari (in primis le donne), queste difficoltà possono diventare più marcate fino a provocare una vera e propria insonnia da luna piena.

Per contrastare i sintomi dell'insonnia ecco quali sono gli alleati del sonno e le 5 regole per dormire bene

Commenta
10/03/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale