Home  
  
  
    Sedentarietà: non aspettare ad uscirne
Cerca

Sport e salute
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Sedentarietà: non aspettare ad uscirne

La sedentarietà, in un paese a forte sviluppo tecnologico come il nostro, è caratterizzata dalla riduzione progressiva dello sforzo fisico nella maggior parte delle azioni che compiamo nella vita di tutti i giorni: attività professionale o faccende domestiche, spostamenti, divertimenti, ecc. In poche parole, si cammina sempre meno e si fa sempre meno attività fisica.

Sedentarietà: non aspettare ad uscirne
© Jupiter

Sedentari senza saperlo

Sedentarietà come sinonimo di pericolo per il cuore

È proprio l'assenza di un'attività fisica regolare a caratterizzare la sedentarietà. Un impiegato che parcheggia l'auto vicino all'ufficio e le cui uniche distrazioni sono attività tranquille come il giardinaggio, il bricolage o la pesca è un sedentario, anche se pratica lo sci per 8 o 15 giorni all'anno o se fa passeggiate per 3 o 4 settimane in estate.

Un vero pericolo per il cuore

La sedentarietà indebolisce anche il cuore. Eccone alcune ragioni: * Senza allenamento, il muscolo cardiaco perde il potere di contrarsi che lo caratterizza; * Riceve e restituisce meno sangue al corpo; * Fornisce una quantità inferiore di ossigeno ai muscoli e agli organi; * Recupera meno velocemente in caso di crisi cardiaca.

La sedentarietà è ancora più pericolosa per il cuore quando è associata ad altri fattori di rischio, quali: * Tabagismo; * Ipertensione; * Obesità; * Alimentazione in eccesso.

Un vantaggio chiave: l'esercizio fisico

Miglioramento della circolazione sanguigna:
L'esercizio fisico regolare dilaterebbe le arterie, in particolare quelle coronariche che apportano nutrimento al cuore, e permette una migliore irrorazione. Le protegge dalle ostruzioni (trombosi) causate dalla presenza di un eccesso di grassi e zuccheri nel sangue. Abbasserebbe anche la pressione arteriosa.

Un cuore più potente

Un cuore, tanto più è muscoloso quanto più lavora regolarmente a un ritmo sostenuto, si contrae in modo più efficace, le sue cavità si riempiono abbondantemente e il sangue viene espulso meglio. L'esercizio fisico assicura al cuore una riserva di potenza.
Il cuore funziona meglio finché lo utilizziamo.

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale