Home  
  
  
    Bardana
Cerca

Fitoterapia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Bardana

La bardana è una pianta biennale, originaria dell’Asia e dell’Europa. È nota per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Ha inoltre proprietà balsamiche e può avere un effetto calmante su pruriti e infiammazioni. Famosa per la sua azione sulla pelle, la sua radice regola anche la secrezione di sebo.

Bardana
© Getty Images

Tutti i nomi della Bardana

Nome scientifico: Arctium
Nome comune: grande bardana
Nome inglese: Burdock
Classificazione botanica: famiglia delle asteracee (Asteraceae)
Forme e preparazioni: decotti, cataplasmi, pastiglie, estratti, pomate, tinture, polveri, infusi

Proprietà terapeutiche della Bardana

Uso interno
Depurativa, disintossicante: disintossicare stimolando le funzioni eliminatorie del fegato e dei reni, per prevenire le affezioni della pelle. Calma i dolori intestinali. Attenua i reumatismi e l’artrosi. Netta azione antinfiammatoria.

Uso esterno
Agisce sulle affezioni della pelle: eczema, psoriasi, acne, ascesso, foruncoli, micosi, erpeti e irritazioni. Presenta un’attivazione antiofidica contro le punture d’insetti. Frena la caduta dei capelli.

Indicazioni terapeutiche abituali
Infezioni e affezioni cutanee come acne, eczema, micosi, orticaria. Consigliata per combattere un sovraccarico di tossine. Possiede un’azione antinfiammatoria.

Altre indicazioni terapeutiche dimostrate
Previene alcuni calcoli biliari e renali e i reumatismi. Una delle componenti della bardana, l’inulina, stimola la funzione renale.

Storia dell’utilizzo della bardana in fitoterapia

La bardana, originaria delle regioni temperate dell’Europa, dell’Africa e dell’Asia, si è sviluppata in tutte le regioni del mondo. Nella medicina tradizionale cinese e indiana, questa pianta era utilizzata per trattare i dolori articolari, le infezioni delle vie respiratorie e gli ascessi. Più tardi, durante il Medioevo, gli europei utilizzarono la bardana in maniera diversa: essa consentiva infatti di combattere i problemi renali o legati alla vescica e agiva sui problemi della pelle, sulle malattie veneree e sui tumori maligni.

Descrizione botanica della bardana

La bardana è una pianta biennale che può raggiungere i 2 m. di altezza. La sua radice è piuttosto carnosa e lunga, può misurare infatti fino a 50 cm. La grande bardana possiede grandi foglie alternate e cordiformi (a forma di cuore), peli sulla facciata inferiore e un lungo picciolo (tra il ramo e il fusto). I fiori, viola o porpora, sono raggruppati in capolini e riuniti in grappoli. Questi capolini hanno bratteati verdi, a forma di uncinetti ricurvi che aiutano la loro disseminazione. La bardana può svilupparsi fino a 1800 metri di altezza. È molto diffusa nelle regioni temperate d’America, dell’Asia e dell’Europa (tranne che nel Mediterraneo). La bardana cresce ai bordi delle strade e negli spazi abbandonati.

Composizione della bardana

Parti utilizzate
Le radici e le foglie di bardana sono le parti più utilizzate in fitoterapia.

Principi attivi
La radice di bardana è ricca di potassio e inulina, quest’ultima possiede proprietà anticancerogene e disintossicanti. Contiene inoltre polieni e pollini, dalle proprietà antibatteriche, numerosi alcoli acidi (diuretici), ormoni vegetali. Infine contiene arctigenina, dalle ricche proprietà antitumorali

Utilizzo e posologia della bardana

Dosaggio
- Le foglie e le radici di bardana si possono utilizzare in infusi o decotti. Per ottenere risultati siano benefici, è necessario rispettare un dosaggio preciso: da 3 a 6 g. per tazza, in mezzo litro d’acqua, tre volte al giorno. Queste preparazioni possono essere bevute o applicate sulla pelle.
- Estratti di bardana sono presenti in alcune creme e lozioni create per contrastare le infiammazioni e le infezioni della pelle.
- La bardana esiste anche sotto forma di pastiglie. È indispensabile rispettare sempre le dosi raccomandate.
- Può essere inoltre utilizzata sotto forma di cataplasma. Le foglie e la radice della bardana vengono schiacciate, riscaldate e poi inserite in un panno da applicare localmente, per il trattamento di eczema o psoriasi, per esempio.
- Gli estratti fluidi (da 2 a 6 g., tre volte al giorno) si assumono per combattere i problemi di pelle.
- Infine, assumere da 1,6 a 2,4 g. di tintura madre in un bicchiere d’acqua, sempre tre volte al giorno, si rivelerà particolarmente efficace per curare l’acne e altre infezioni della pelle.

Precauzioni d’impiego della bardana

Non ci sono precauzioni particolari per la bardana. Tuttavia, non devono assumere preparazioni a base di bardana i bambini piccoli e le donne incinte o che allattano.

Controindicazioni
La bardana è fortemente sconsigliata alle persone che soffrono di calcoli urinari perché, sotto forma di decotto o in infusione, può ostruire le vie urinarie, far alzare la pressione e provocare dolori importanti.

Effetti indesiderati
Gli unici effetti indesiderati segnalati sono rari casi di reazioni allergiche nelle persone che soffrono di allergie alle piante della famiglia delle Asteracee.

Interazioni con piante medicinali o integratori.

Non è stata riferita alcuna interazione, né con le foglie né con la radice di bardana.

Interazioni con farmaci

Teoricamente, potrebbero esserci interazioni con i farmaci anticoagulanti o con quelli usati per curare il diabete, i cui effetti potrebbero accentuarsi.

Il parere del medico

Benefici riconosciuti
La bardana consente di trattare i problemi di pelle e gli adolescenti la utilizzano molto per combattere l’acne. Possiede inoltre effetti positivi su eczema, psoriasi e su molte altre irritazioni della pelle.

Avvertenza
Al fine di minimizzare il rischio di allergie, si consiglia vivamente di rispettare le dosi quotidiane indicate, soprattutto nelle preparazioni casalinghe. Qualunque sia il motivo per cui si decide di utilizzare la bardana, è opportuno consultare prima un medico o un farmacista.

La ricerca sulla bardana

I recenti lavori sulla bardana si basano essenzialmente sulle sue speciali proprietà: antinfiammatorie, antiallergiche, antiossidanti, antibatteriche e anche anticancerogene. Su un piano completamente diverso, vi sono alcune ricerche che si stanno concentrando sui veleni che la bardana potrebbe contenere.

Commenta
23/06/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale