Home  
  
  
    Citronella
Cerca

Fitoterapia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Citronella

Munita di un gambo dalle proprietà aromatiche, la citronella è anche una pianta officinale, e questo grazie alle sue foglie dai tanti benefici. Antispasmodica, antibatterica, sedativa, decontratturante, la citronella permette di curare diverse patologie, come i disturbi digestivi, gli stati influenzali e la febbre, la stanchezza mentale, i dolori articolari e i reumatismi. La citronella contribuirebbe anche ad abbassare il tasso di zucchero nel sangue.

Citronella
© Getty Images

Tutti i nomi della citronella

Nome scientifico: Cymbopogon citratus
Nomi comuni: verbena delle Indie, citronella dell'India, citronella di Madagascar, citronella di Giava, erba limona, verbena odorosa, erba limoncina
Nome inglese: lemon grass
Classificazione botanica: famiglia delle poacee (Poaceae)
Forme e preparati: decotti, infusi, oli essenziali

Proprietà terapeutiche della citronella

Uso interno
Proprietà antispasmodiche, toniche, digestive e calmanti: trattamento dei disturbi digestivi, intestinali; diminuzione delle flatulenze e dei crampi. Proprietà battericide, antinfiammatorie e ipotensive (decotto): per combattere la febbre e i raffreddamenti o gli stati influenzali. Azione sedativa sul sistema nervoso: contro l'insonnia, lo stress e l'ansia.

Uso esterno
Antidolorifico: attenua i dolori articolari (artriti) e i reumatismi. Decontratturante muscolare: trattamento di storte, tendiniti e stiramenti. Tonico: negli stati febbrili o di stanchezza, compresa quella mentale. Azione repellente: contro gli insetti, in particolare le zanzare.

Indicazioni terapeutiche abituali

Disturbi digestivi e gastrointestinali; febbre, stati influenzali; dolori articolari e muscolari; reumatismi; stati di affaticamento, insonnia, stress, ansia.

Altre indicazioni terapeutiche note

Mal di denti, problemi cutanei come l'acne e la cellulite, coadiuvante nella perdita di peso (azione diuretica).

Storia dell'utilizzo della citronella in fitoterapia

Benché le proprietà terapeutiche della citronella siano note fin dall'antico Egitto, nel sottocontinente indiano l'utilizzo di questa pianta è di gran lunga precedente. Nelle Antille, ad esempio, la citronella è un rimedio tradizionale utilizzato per far abbassare la febbre, mentre in Africa è impiegata nel trattamento di malattie come la tubercolosi e la malaria. Nei paesi tropicali, viene spesso piantata nelle vicinanze delle abitazioni per allontanare gli insetti.

Descrizione botanica della citronella

Originaria dell'Asia meridionale (India e Sri Lanka), questa pianta della famiglia delle poacee (o graminacee) cresce anche nelle regioni tropicali delle Antille e dell'Africa, dove è impiegata come pianta officinale. La pianta si presenta sotto forma di cespo molto frondoso, formato da foglie filiformi o nastriformi dai margini taglienti. Le foglie sono di un colore verde blu molto intenso e di consistenza quasi cartacea, ma piuttosto spessa, e raggiungono i 60-70 centimetri di lunghezza. Il cespuglio di citronella comunque, nei periodi di massima vegetazione può raggiungere dai 70 centimetri a un metro di altezza. La peculiarità di questa pianta è che sia le foglie che i fusti emanano un intenso profumo agrumato, che si intensifica moltissimo se si strofinano le foglie con le mani. È un odore simile a quello del limone. Il gambo di citronella è cavo e bulboso: è la base che si utilizza per aromatizzare i piatti. La citronella ha dato il nome ad altri piatti con i quali non va peraltro confusa: la verbena citronella, la melissa citronella e l'artemisia limoncina.

Composizione della citronella

Parti utilizzate
In fitoterapia, le parti utilizzate sono le foglie che, una volta tritate e distillate, producono l'olio essenziale.

Principi attivi
Citrali (dal 65 all'86%), mircene, geraniolo, acido folico, vitamine B1, B5, B6, minerali.

Uso e posologia della citronella

Dosaggio
- L'infuso di citronella si prepara con 15 g di foglie fresche per 1 litro di acqua. È possibile berne tre tazze al giorno per combattere gli stati influenzali. Dopo il pasto, è sufficiente una tazza per stimolare la digestione o facilitare l'addormentamento.
- Come decotto, la citronella può essere disciolta nell'acqua del bagno o utilizzata in frizioni per combattere gli stati febbrili o la stanchezza mentale. Come pediluvio, svolge anche un'azione stimolante e rivitalizzante.
- Facendo macerare 2 manciate di rizomi e 2 manciate di foglie per una settimana in 1 litro di rum e filtrando successivamente, si ottiene una lozione da utilizzare per frizioni contro le zanzare.
- L'olio essenziale di citronella deve essere diluito nel macerato di iperico (o erba di San Giovanni) o nell'olio di arachidi per massaggi contro reumatismi, dolori articolari, tendiniti o storte. Anche se può essere applicata pura sulle irritazioni cutanee, si consiglia comunque di diluirla in caso di pelli sensibili.

Precauzioni d'uso della citronella

Le foglie di citronella contengono dei microfilamenti che possono causare lesioni alle vie digestive. È quindi indispensabile filtrare accuratamente i preparati, gli infusi o i decotti destinati a uso interno, utilizzando, ad esempio, un filtro da caffè. Evitare l'uso esterno dell'olio essenziale senza aver prima consultato un medico.

Controindicazioni
La citronella, utilizzata come pianta officinale, è sconsigliata alle donne incinte e ai bambini di età inferiore ai 3 anni.

Effetti indesiderati
Sono stati segnalati alcuni rari casi di allergia all'olio essenziale di citronella.

Interazioni con piante medicinali o integratori alimentari
Non sono state riferite interazioni note.

Interazioni con i farmaci
Non esistono interazioni note.

Benefici noti

Molto utilizzata in cucina, la citronella possiede anche proprietà curative. Sono essenzialmente i citrali e il mircene a conferirle queste proprietà al tempo stesso antispasmodiche, antifungine e antimicrobiche. In generale, la citronella va a inibire lo sviluppo microbico e batterico nel corpo, che si tratti delle vie urinarie, dello stomaco, del colon o dell'apparato respiratorio. Svolgendo una funzione diuretica, la citronella può anche contribuire alla perdita di peso, favorendo l'eliminazione dell'acqua e dei nutrienti non essenziali per il nostro organismo. Può inoltre alleviare il dolore nelle persone affette da lombaggine, dolori articolari o muscolari. Se altre piante producono per ciascuna di queste patologie gli stessi effetti (e talvolta a livelli superiori), la citronella ha il vantaggio di emanare un profumo davvero gradevole.

Avvertenze

Per usufruire di tutti i benefici della citronella, si raccomanda sempre di rispettare le dosi consigliate, sia in caso di preparati fatti in casa, ad esempio un infuso, o di un preparato condizionato. In caso di dubbio o se i sintomi persistono per più giorni, è necessario rivolgersi a un farmacista o a un medico.

La ricerca sulla citronella

Sono state condotte ricerche sulle proprietà ipoglicemizzanti (che favoriscono la diminuzione del tasso di zucchero nel sangue) delle foglie di citronella, che hanno una proprietà eupeptica. Anche se non si tratta ancora di una vera e propria cura, pare ormai dimostrata l'utilità della citronella nei pazienti diabetici. Alcuni studi scientifici vertono anche sugli effetti del citrale, il componente principale dell'olio essenziale di citronella, che impedirebbe alle cellule tumorali di causare morti cellulari. Sono state condotte ricerche in vitro proprio in questa direzione, anche se i risultati ottenuti non sono ancora stati dimostrati sulle specie animali o sull'uomo. Sono già stati ottenuti risultati più promettenti in materia di prevenzione di alcune forme tumorali, in particolare di cancro del colon, del tratto digerente, del polmone, del fegato e della pelle.

Commenta
29/07/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale