Home  
  
  
    Centaurea
Cerca

Fitoterapia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Centaurea minore

La centaurea è nota per i suoi effetti benefici contro diversi disturbi e per le sue innumerevoli azioni, che vanno dalla stimolazione dell'appetito alla digestione. È anche impiegata come tonico generale, contro la stanchezza, come diuretico, o in applicazione locale come antisettico.

Centaurea
© Getty Images

Tutti i nomi della centaurea

Nome scientifico: Centaurium erythraea

Nomi comuni: centaurea minore, centaurea minore rossa, eritrea, erba di Chirone, fiele della terra, erba dei centauri, erba dalle cento virtù, erba della febbre, cacciafebbre, biondella, chinina, erba china, erba amara, genzianella, bindella, granella, mazzetto da prà.

Nomi inglesi: common centaury, European centaury

Classificazione botanica: famiglia delle genzianacee (Gentianaceae)

Forme e preparati: infusi, capsule, polveri, decotti, tinture madri.

Le proprietà terapeutiche della centaurea minore

Uso interno

Stimolante della digestione, grazie alle proprietà aperitive e febbrifughe. Tonico del fegato e della bile, calmante, diuretico, sedativo dell'apparato digerente, vermifugo, depurativo.

Uso esterno

La centaurea minore svolge anche un'azione cicatrizzante. È un antisettico locale. Viene utilizzata su ferite atone, per contrastare la caduta dei capelli e nel trattamento delle dermatosi eczematiformi.

Indicazioni terapeutiche

Indicazioni terapeutiche abituali

La centaurea minore è impiegata come stimolante dell'appetito e per favorire la digestione. È consigliata alle persone convalescenti per la ripresa del peso corporeo. Contrasta la perdita di appetito temporanea, i problemi digestivi e gastrointestinali lievi. Favorisce le secrezioni del fegato e dello stomaco. Le sostanze amare stimolano l'attività a carico dello stomaco in modo riflesso, favorendo così la secrezione dei succhi gastrici. È un tonico generale che consente di combattere la stanchezza. Utilizzata come diuretico o per abbassare la febbre. Combatte i parassiti intestinali, previene i calcoli biliari, i problemi epatici e le emicranie.

Altre indicazioni terapeutiche dimostrate

Utilizzata in applicazione locale come antisettico, ma anche per eliminare i pidocchi o combattere la caduta dei capelli. La genzianina, un composto alcaloide, le conferisce eccellenti proprietà antinfiammatorie. In alcuni casi di diabete, la centaurea viene impiegata come stimolante del pancreas.

Storia dell'utilizzo della centaurea minore in fitoterapia 

Una leggenda narra che il centauro Chirone sia stato il primo a utilizzare questa pianta per guarire da una ferita al piede prodotta da una freccia avvelenata scagliatagli contro da Ercole. Da quel momento, la pianta venne ritenuta magica. I Galli la utilizzavano come antidoto contro i morsi di serpente e come febbrifugo (da cui il nome di erba della febbre). Si trovano testimonianze del suo impiego curativo tra i discepoli di Ippocrate, tra il V e IV secolo a.C. Era raccomandata come purgativo ed emmenagogo (NdR stimola l'afflusso di sangue nell'area pelvica e nell'utero, e, in alcuni casi, favorisce la mestruazione), ma anche per curare gli occhi o medicare le ferite. Nel corso dei secoli, è stata utilizzata come pianta medicinale per curare il fegato.

Descrizione botanica della centaurea minore

La centaurea minore è una pianta erbacea annua o generalmente biennale che cresce nei prati, sui margini erbosi dei boschi, lungo sentieri ombrosi, sulle rive o nelle vicinanze di corsi d'acqua, greti più o meno umidi, nel piano collinare/montano, sia nei substrati calcarei che in quelli silicei. È presente in tutta Europa, nel Nord America, nel Nord Africa, in Asia Minore e persino oltre il circolo polare. Può raggiungere un'altezza compresa tra i 10 e i 50 centimetri, ma può anche avere la forma di un cuscino. Gli steli sono adorni di foglie ovali opposte a forma di rosetta. Da giugno a settembre, i fiori rosa salmone assumono una forma di stella a cinque petali. In estate, le stame si avvolgono a spirale. Il fiore emana un profumo delicato e ha un sapore amaro. I frutti sono capsule contenenti molti piccoli semi rossastri.

Composizione della centaurea minore

Parti utilizzate

In fitoterapia, si utilizzano principalmente le sommità fiorite essiccate.

Principi attivi

Eterosidi amari tra cui l'eritaurina; la sweroside viene trasformata in genzianina nell'organismo e ha proprietà sedative. Polifenoli: acidi fenolici e flavonoidi che svolgono un'azione febbrifuga. Alcaloidi: genzianina. Triperteni.

Simile alla genziana, la centaurea minore contiene diversi principi amari, lattoni, acidi organici, derivati fenolici e anche un alcaloide come la genzianina.

Uso e posologia della centaurea minore

Dosaggio

- Come infuso: un grammo di fiori secchi in una tazza di acqua bollente. Consumare tre tazze al giorno. Per l'inappetenza, si raccomanda di bere l'infuso da una mezz'ora a un'ora prima del pasto. Per favorire la digestione, bere l'infuso appena dopo il pasto. Il trattamento non deve superare i dieci giorni. Per attenuare il sapore amaro dell'infuso, è possibile zuccherarlo utilizzando del miele.

- In applicazione locale: decotto da preparare utilizzando da 30 a 50 g di fiori secchi per litro di acqua. Lasciar bollire da due a tre minuti. Eseguire da una a due frizioni al giorno per combattere i pidocchi o contrastare la caduta dei capelli.

- Come tintura madre: versare 30 gocce in un bicchiere di acqua, da una a tre volte al giorno.

- Come polvere: compressa da 0,25 g da assumere al momento dei pasti, da due a quattro al giorno.

- Come lozione: su compresse di garza per curare ulcere su gambe, ferite atone o contrastare la caduta dei capelli.

- Vino di centaurea: contro l'anemia e le convalescenze tardive, versare 60 g di centaurea minore in un litro di vino. Lasciar macerare otto giorni, passare, poi filtrare. Chiudere con un tappo e conservare al fresco. Berne un bicchiere prima dei pasti.

Precauzioni d'uso della centaurea minore

La centaurea minore è una pianta amara. Poiché stimola la secrezione dei succhi gastrici, è controindicata in talune situazioni.

Controindicazioni

Come pianta amara, la centaurea minore non deve essere consumata da persone che soffrono di ulcera gastrica o duodenale. Ne è sconsigliato il consumo anche alle donne incinte o che allattano. La centaurea minore è controindicata anche nei casi di infiammazione del tratto intestinale. Non va utilizzata nei bambini e nei ragazzi di età inferiore ai 18 anni (in base alle raccomandazioni dell'Agenzia europea del farmaco).

Effetti indesiderati

Non sono stati riferiti effetti collaterali rilevanti.

Interazioni con piante medicinali o integratori alimentari

Non è stata riferita alcuna interazione con altre piante officinali o integratori.

Interazioni con i farmaci

Non è stata riferita alcuna interazione con i farmaci.

Il parere del medico

Benefici noti

I benefici della centaurea minore sono riconosciuti da diverse autorità sanitarie. L'Agenzia europea del farmaco ritiene possa essere utilizzata nei casi di inappetenza, problemi digestivi o nell'ambito di problemi gastrointestinali di lieve entità. La Commissione E del Ministero della Salute tedesco riconosce l'utilità di questa pianta nel trattamento della perdita di appetito e dei problemi digestivi.

La sua appartenenza alla famiglia della genziana ne permette l'uso locale contro i pidocchi.

Avvertenza

Un utilizzo prolungato di centaurea minore può causare un'irritazione delle mucose gastrointestinali. Come per tutti i tonici amari, si raccomanda di intervallare nel tempo le cure e di non protrarle oltre una decina di giorni.

La ricerca sulla centaurea minore

La centaurea minore non è oggetto di studi clinici nell'uomo. Il suo impiego è basato sulla tradizione medica e sulla fitoterapia.

Commenta
04/08/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale