Home  
  
  
    La fitoterapia contro le malattie respiratorie
Cerca

Fitoterapia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Fitoterapia: un aiuto in caso di malattie respiratorie

Tosse, raffreddore, laringite… questi disturbi possono essere calmati grazie ai poteri delle piante. Che sia sotto forma di infuso, di gellule o di oli essenziali, la fitoterapia è amica delle vie respiratorie. Doctissimo ti regala le sue ricette.

La fitoterapia contro le malattie respiratorie
© Getty Images

Sempre più utilizzata, da sola o in associazione a una cura allopatica, la fitoterapia, medicina che si basa sulle piante, sugli estratti e sui principi attivi naturali, può intervenire sin dai primi disturbi respiratori.

Fitoterapia: benefici riconosciuti nelle malattie respiratorie

La fitoterapia aiuta a liberare le vie respiratorie e alcune piante hanno un effetto disinfettante, antisettico e addirittura antibatterico e antivirale. Ma “il ruolo di questa medicina non si ferma lì perché la fitoterapia calma la tosse, ammorbidisce le mucose respiratorie e ha un effetto antinfiammatorio e antiossidante”, spiega Carole Minker¹, autrice dell’opera 200 piante che fanno bene, Red edizioni 2014.

Oggi l’uso delle piante come rimedi ai disturbi respiratori è sempre più riconosciuto dagli studi scientifici2-6. L’azione antispasmodica del timo sulla trachea è stata confermata, il che lo porta a essere utilizzato contro la tosse7. Nell’uomo, infatti, è stato evidenziato che lo sciroppo di timo è efficace per alleviare la tosse e fluidificare l’espettorato in caso di tosse grassa. Altri studi hanno dimostrato l’efficacia del verbasco, dell’altea, della tossilaggine, dell’edera rampicante, ecc. per alleviare diverse patologie respiratorie, prosegue l’autrice.

Raffreddore, bronchite, allergia: le ricette di fitoterapia che funzionano

Se vuoi sconfiggere il tuo raffreddore, puoi optare per capsule contenenti miscugli di oli essenziali da assumere per via orale. Chiedi al tuo farmacista la posologia da seguire (diversa a seconda dei prodotti). Completa con un infuso di timo e miele (1 cucchiaino in 150 ml d’acqua per 10 minuti, da 1 a 3 volte al giorno). Infine, diffondi tramite un diffusore olio essenziale di eucalipto radiato nell’aria (10 minuti ogni ora).

In caso di bronchite, puoi assumere gellule o gocce a base di eucalipto, di altea, di verbasco e/o di biancospino, per esempio. La posologia dipenderà dalla concentrazione dei principi attivi (attieniti alle istruzioni sul prodotto oppure chiedi consiglio al farmacista). È inoltre possibile far ricorso all’olio essenziale di pino in ragione di 2 gocce 3 volte al giorno per via orale, o da 2 a 5 gocce 3 volte al giorno per uso topico, diluite in un olio vegetale (nell’adulto). Completa con un infuso di melissa con del miele (1 cucchiaino in 150 ml d’acqua per 10 minuti, da 1 a 3 volte al giorno). Diffondi nell’aria un mix di oli essenziali purificatori che liberino le vie respiratorie (10 minuti ogni ora) tramite un diffusore.

Se soffri di allergie e le tue vie respiratorie sono irritate, puoi far ricorso a uno sciroppo a base di edera rampicante per calmare la tosse, oppure a uno spray nasale agli oli essenziali per alleviare le affezioni della mucosa nasale.

Disturbi respiratori: quando e a chi rivolgersi

In base al tuo problema, non devi recarti necessariamente dal medico. Per sintomi più banali puoi rivolgerti a un farmacista, a un erborista o a un naturopata. La tosse grassa, la tosse secca, il raffreddore, le riniti, le faringiti, le rinofaringiti o un inizio di laringite si possono attenuare grazie alla fitoterapia. Ovviamente, se i sintomi persistono, si raccomanda di farsi visitare dal medico di famiglia. Per malattie più gravi come le bronchiti, o per sintomi respiratori legati alle allergie o all’asma, è meglio iniziare con una visita dal tuo medico curante. Le piante, in quel caso, potrebbero essere utilizzate come completamento di una cura allopatica. Analogamente, qualsiasi sintomo respiratorio nel lattante deve condurti come prima cosa a consultare un medico.

Lo avrai capito: le piante sono benefiche e le combinazioni possono essere molteplici. In caso di allergie a certe piante, informati presso il tuo farmacista o il tuo medico, in questo modo eviterai qualsiasi rischio di sintomi legato ad allergie incrociate.

Delphine Bourdet

Fonti

1. Intervista a Carole Minker, autrice dell’opera “200 piante che fanno bene”, Red edizioni 2014.

2. Saraswathy GR et al., Antitussive medicinal herbs - an update review, International Journal of Pharmaceutical Sciences & Drug Research. Jan-Mar2014, Vol. 6 Issue 1, p12-19. 8p.

3 - Fabio, A. et al., Screening of the antibacterial effects of a variety of essential oils on microorganisms responsible for respiratory infections. Phytother. Res. (2007), 21: 374–377. doi: 10.1002/ptr.1968

4 - Tyler, V. E., Herbs of choice: the therapeutic use of phytomedicinals. 1994 pp. xvi + 209 pp.

5 - Schilcher, H. Efficient phytotherapy. Herbal medicines in the upper respiratory tract for catarrh., Herba Polonica 2000 Vol. 46 No. 1 pp. 52-57.

6 - Fazio S et al, Tolerance, safety and efficacy of Hedera helix extract in inflammatory bronchial diseases under clinical practice conditions: A prospective, open, multicentre postmarketing study in 9657 patients, Phytomedicine Volume 16, Issue 1, Pages 17-24, January 2009.

7 - Meister A, Bernhardt G, Christoffel V, Buschauer A. Antispasmodic activity of Thymus vulgaris extract on the isolated guinea-pig trachea: discrimination between drug and ethanol effects. Planta Med 1999 Aug;65(6):512-6.

 

Commenta
27/08/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale