Home  
  
  
    Eucalipto
Cerca

Fitoterapia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Eucalipto

Dal punto di vista terapeutico, l'eucalipto presenta innumerevoli proprietà. Espettorante, antisettico e astringente, questo albero originario dell'Australia, permette di combattere le infiammazioni delle vie respiratorie e digestive. Le foglie costituiscono un eccellente rimedio contro raffreddori, riniti, sinusiti, bronchiti o stati influenzali. L'eucalipto aiuta anche a combattere l'asma e può essere impiegato per disinfettare le ferite.

Eucalipto
© Getty Images

Tutti i nomi dell'eucalipto

Nome scientifico: Eucalipto globulus, Eucalipto radiata
Nomi comuni: eucalitto, gomma blu della Tasmania, albero della gomma, albero delle febbri, albero del koala
Nome inglese: eucalipto
Classificazione botanica: famiglia delle mirtacee (Myrtaceae)
Forme e preparati: infusioni, tinture, inalazioni, oli essenziali, capsule, pastiglie

Proprietà terapeutiche dell'eucalipto

Uso interno
Espettorante e fluidificante: l'eucalipto è impiegato per il trattamento di bronchiti, tossi, polmoniti e, in generale, per tutte le infezioni delle vie polmonari. Antisettico: allevia gli stati febbrili e cura gli stati influenzali. Ottimo disinfettante delle vie urinarie. Astringente e antispasmodico: azione stomachica sulle infiammazioni delle mucose dell'apparato digerente e dell'intestino; eccellente rimedio contro la dispepsia atonica. Attenua i mal di gola. Poiché interviene nel trattamento di vampate di calore e palpitazioni, l'albero del koala è un prezioso alleato delle donne durante la menopausa.

Uso esterno
In diffusione ambientale o per inalazione, l'olio essenziale di eucalipto cura le infezioni respiratorie. Per inalazione, attenua le riniti e le sinusiti, ma è anche un coadiuvante nella lotta contro l'asma. È anche possibile eseguire un massaggio a livello del plesso solare per combattere la tosse. L'eucalipto agisce inoltre contro i reumatismi e le emicranie. La tintura può essere utilizzata per disinfettare le ferite, le ulcere della pelle o le ustioni.

Indicazioni terapeutiche

Indicazioni terapeutiche abituali
Infiammazioni delle vie respiratorie, digestive e urinarie, asma, stati influenzali, tosse, bronchite, raffreddore, sinusite, rinite, mal di gola.

Altre indicazioni terapeutiche note
Disinfezione delle ferite, trattamento delle vampate di calore e delle palpitazioni causate dalla menopausa, emicranie, nevralgie, dolori reumatici.

Tutti i segreti dell'eucalipto

Storia dell'utilizzo dell'eucalipto in fitoterapia
Di fatto, esistono diverse centinaia di specie di eucalipto, di cui due sono principalmente utilizzate in fitoterapia: l'eucalipto radiata e l'eucalipto globuloso. Questi alberi, originari dell'Australia, crescono nelle regioni tropicali e subtropicali. Alcune specie, come l'eucalipto globuloso (Eucalipto globulus), si sono ben acclimatate nelle regioni meridionali dell'Europa e sulle sponde del bacino del Mediterraneo, dopo la loro introduzione in occidente nel XIX secolo. Peraltro, a quell'epoca, l'eucalipto globuloso è stato piantato in massa per la produzione di pasta di cellulosa e non per le sue proprietà curative.

Tuttavia, questo rimedio aborigeno si è distinto velocemente per le sue innumerevoli proprietà e, nella prima metà del XX secolo, hanno avuto inizio alcune ricerche sull'olio essenziale di eucalipto come antisettico e broncodilatatore. Queste proprietà sono state rapidamente dimostrate, tanto che l'eucalipto fa ormai parte delle piante il cui impiego tradizionale è riconosciuto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS); inoltre, è presente nella Farmacopea Ufficiale come rimedio fitoterapico.

Descrizione botanica dell'eucalipto
L'altezza di questo albero dalle foglie persistenti può andare da alcuni centimetri a... oltre 60 metri (il più alto supera i 99 metri). Alcuni alberi sono a tronco unico, altri sono caratterizzati da un tronco che si divide a livello del suolo. Le giovani foglie sono opposte a due a due e saldate tra loro alla base, quelle adulte invece sono sparse sui rami; sono falcate, spesse, di colore verde-grigio con base dissimmetrica. Hanno la particolarità di cambiare aspetto in funzione dell'età della pianta, anche se mantengono sempre un orientamento verticale.

I fiori di eucalipto variano in funzione delle specie, ma ravvisano tutte le stesse caratteristiche: sono singoli, privi di petali e con tantissimi stami. Sugli alberi crescono frutti secchi e scuri, a forma di cono. Nel caso dell'eucalipto della Tasmania, i frutti sono capsule legnose di 10 - 25 mm contenenti numerosi semi di 1 - 3 mm di lunghezza. Le foglie della specie principale utilizzata in fitoterapia sono lunghe da 6 a 15 cm sugli alberi giovani, e da 15 a 35 cm quando la gomma blu della Tasmania raggiunge la maturità. I fiori sono color crema e il loro nettare è particolarmente apprezzato dalle api.

Composizione dell'eucalipto

Parti utilizzate
Le parti dell'eucalipto utilizzate in fitoterapia sono le foglie degli alberi giunti a maturazione. Fresche o essiccate, le foglie vengono utilizzate per gli infusi e le tinture. Distillate, consentono di produrre l'olio essenziale.

Principi attivi
Cineolo (eucaliptolo), tannini, flavonoidi, resina.

Uso e posologia dell'eucalipto

Dosaggio
- Una tisana di eucalipto si prepara utilizzando 3 o 4 foglie lasciate in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua bollente. In caso di bronchite, se ne possono bere fino a 3 tazze al giorno.
- La tintura prevede 1 dose di foglie per 5 dosi di alcol a 40 o 50°C macerate per una settimana. È possibile berne 1 cucchiaino da caffè, diluita in 100 ml di acqua, 2 volte al giorno, in caso di ostruzione bronchiale. La tintura si utilizza anche in frizioni.
- È possibile curare un raffreddore, una sinusite o una rinite inalando 3 o 4 gocce di olio essenziale di eucalipto, diluite in un bicchiere grande di acqua bollente. Utilizzato come diffusore per ambienti, l'olio essenziale aiuta anche a prevenire le infezioni respiratorie e altri mali invernali.

Precauzioni d'uso dell'eucalipto
L'olio essenziale di eucalipto richiede tuttavia alcune precauzioni. Ad esempio, non ne va fatto un uso interno senza aver prima consultato il medico. Peraltro, l'assunzione di eucalipto nel lungo periodo può nuocere ai reni. È quindi opportuno utilizzarlo con cautela nel caso di infezione urinaria.

Controindicazioni
L'eucalipto, e in particolare il suo olio essenziale, è controindicato alle donne incinte o che allattano, così come ai bambini in tenera età.

Effetti indesiderati
In casi rari l'impiego dell'eucalipto può indurre nausea, vomito o diarrea. Questi effetti indesiderati sono comunque sempre passeggeri.

Interazioni con piante medicinali o integratori alimentari
Non esistono interazioni note.

Interazioni con i farmaci
Non sono state riferite interazioni note.

Parere medico

Benefici noti
Poiché l'eucalipto, e in particolare l'Eucalipto globulus, facilita l'eliminazione delle secrezioni bronchiali, è possibile curare affezioni come tosse o bronchite. Questa pianta è anche un potente antisettico, che aiuta a combattere la febbre e le infezioni dell'apparato respiratorio o digerente. L'eucalipto è anche utile in caso di ferite di origine batterica. Diversi organismi ufficiali hanno riconosciuto le proprietà terapeutiche dell'eucaliptolo, uno dei principali componenti dell'eucalipto, nel trattamento delle infiammazioni delle vie respiratorie: la Commissione E in Germania, l'ESCOP, in Europa e l'OMS a livello internazionale.

Avvertenze
In ogni caso, è indispensabile rispettare le dosi raccomandate e usare prudenza in occasione di eventuale uso interno dell'olio essenziale di eucalipto. In caso di dubbio, rivolgersi al proprio farmacista di fiducia o al medico curante, soprattutto nei casi di trattamento concomitante. Se i sintomi persistono, è obbligatorio sottoporsi a visita medica.

La ricerca sull'eucalipto
Studi clinici hanno dimostrato che l'1-8-cineolo, ovvero l'eucaliptolo, consente di ridurre la dose di corticosteroidi assunta da pazienti affetti da raffreddore o asma. Sono stati condotti studi scientifici per precisare un'eventuale azione sulle cellule tumorali. In compenso, nonostante abbia fatto discutere, non è mai stata dimostrata l'utilità dell'eucalipto nella cura del diabete.

Commenta
21/08/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale