Home  
  
  
    Guaranà
Cerca

Fitoterapia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il guaranà

Il guaranà è un arbusto i cui semi producono effetti stimolanti ed energizzanti, poiché è la pianta che racchiude la concentrazione più elevata di caffeina. Originaria dell'Amazzonia e utilizzata in epoca precolombiana per curare diversi disturbi, è nota in Europa fin dal XVIII secolo. Particolarmente apprezzata come bevanda, il guaranà favorisce la concentrazione e la memoria ed è un coadiuvante nella perdita di peso.

Guaranà
© Getty Images

Tutti i nomi del guaranà

Nome scientifico: Paullinia cupana
Nomi comuni: guaranà, occhio della foresta
Nomi inglesi: guaranà, Brazilian cocoa, zoom
Classificazione botanica: famiglia delle Sapindacee (Sapindaceae)
Diverse forme e preparati: bevande, capsule, polveri, tisane, bacche essiccate, compresse, fiale

Proprietà terapeutiche del guaranà

Uso interno
Proprietà stimolanti per la presenza di una concentrazione elevata di caffeina; combustione dei corpi grassi; accelerazione del metabolismo di base delle cellule; stimolante generale dell'organismo; neurostimolante; euforizzante; termoregolatore; regolatore della sazietà; diuretico; antinevralgico; antidiarroico; tonico cardiaco.

Uso esterno
Nessuno.

Indicazioni terapeutiche

Indicazioni terapeutiche abituali
Stimolante fisico e mentale in caso di stanchezza o di attività intensa (astenia fisica e mentale), il guaranà migliora la resistenza e aumenta le capacità cognitive, come la concentrazione e la memoria; favorisce la digestione nei casi di gonfiore intestinale, è un coadiuvante nelle diete dimagranti; combatte i disturbi intestinali, diarrea e ipotensione.

Altre indicazioni terapeutiche dimostrate
Riduce lo stress; allevia i dolori muscolari; combatte l'emicrania; contribuisce alla disintossicazione del sangue; cura i reumatismi, la dispepsia, l'arteriosclerosi; stimola il sistema immunitario (analgesico, antinfluenzale).

Storia dell'utilizzo del guaranà in fitoterapia

Furono gli indiani d'America della tribù Tupi-Guarani che scoprirono, molto tempo fa, le proprietà del guaranà. I suoi semi erano già impiegati in fitoterapia in epoca precolombiana (oltre 2000 anni a.C.) per combattere la stanchezza e controllare l'appetito, nei periodi di carestia o di lunghe spedizioni nella foresta. Il guaranà approda in Europa solo nel XIX secolo, ma diventa presto popolare, e si inizia a consumarlo come bevanda. 

Descrizione botanica del guaranà

Il guaranà è un arbusto originario dell'Amazzonia brasiliana. Si tratta di un piccolo arbusto rampicante a foglie alterne. Assomiglia a una liana che sale lungo gli altri alberi. I fiori sono di colore verdastro e disposti a grappolo. Il frutto è una capsula membranosa rossa caratterizzato da tre logge, contenenti ciascuna un seme nero e ovale. I frutti vengono raccolti a settembre, poi essiccati prima di togliere i semi. 

Composizione del guaranà

Parti utilizzate
In fitoterapia si utilizzano solo i semi contenuti nei frutti essiccati. Il seme assomiglia al chicco di caffè.

Principi attivi
Alcaloidi, adenina, guaranina (concentrazione di caffeina molto elevata), ipoxantina, teofillina, teobromina, xantina. Mucillagini, pectina, tannini, amminoacidi, acidi grassi essenziali, sali minerali, oligoelementi, vitamine A, E, B1, B3, PP.

Uso e posologia del guaranà

Dosaggio
Il consumo di guaranà deve essere mirato, in funzione della tolleranza individuale alla caffeina. Per evitare sovradosaggi, si raccomanda di assumere le dosi minime prescritte e di aumentarle gradualmente. In Brasile, è consuetudine consumare giornalmente da 4 a 8 g di polvere di guaranà diluita in un bicchiere d'acqua o in un succo di frutta.
- I dosaggi massimi di caffeina consigliati sono: per i bambini: 2,5 mg per kg; per le donne in gravidanza: 300 mg; per gli adulti: da 400 a 450 mg. Poiché il guaranà è un eccitante, se ne raccomanda il consumo entro le quattro del pomeriggio.
- In capsule: il tenore di caffeina può variare in base alla preparazione commerciale scelta. Può essere compreso tra i 75 e i 250 mg per dose.
- Il guaranà conferisce un supplemento di forza, vitalità, resistenza ed energia, riducendo la spossatezza. Favorisce quindi le prestazioni sportive. Uno o due ore prima dell'allenamento, assumere da 2 a 5 g di polvere di guaranà. Limitare l'assunzione a due o tre volte alla settimana per evitare l'assuefazione.
- Il guaranà agisce sulla stanchezza, la temperatura corporea e la combustione dei corpi grassi. Consente di attivare la perdita di grasso e di limitare l'appetito, riducendo al tempo stesso la stanchezza. Assumere 1 o 2 g di polvere di guaranà al giorno, prima dei pasti, per un periodo da quattro a sei settimane.
- Per un effetto stimolante, combattere la stanchezza passeggera, aumentare il livello di attenzione intellettuale, ridurre la pressione arteriosa o il mal di testa, assumere da 450 a 500 mg di polvere di guaranà diluita in acqua o in succo di frutta.

Precauzioni d'uso del guaranà
Poiché alcune bevande energizzanti sono a base di guaranà, contengono una concentrazione molto alta di caffeina. Pertanto, non devono essere associate ad altre forme di caffeina.

Controindicazioni
Il guaranà è sconsigliato alle donne in gravidanza e ai bambini. I soggetti sensibili o allergici alla caffeina o alle xantine non devono consumare guaranà. La sua assunzione è ugualmente sconsigliata alle persone che soffrono di disturbi cardiovascolari, ulcere gastriche, ansia, insonnia, ipertensione arteriosa e ipertiroidismo.

Effetti indesiderati
Alle dosi consigliate, gli effetti collaterali sono rari. Tuttavia, il consumo di guaranà può causare un aumento della pressione arteriosa, palpitazioni cardiache o irritazioni gastriche. L'assunzione regolare di guaranà può sviluppare assuefazione o dipendenza. In caso di sovradosaggio, possono comparire difficoltà di minzione, vomito, mal di testa e crampi muscolari.

Interazioni con piante medicinali o integratori alimentari
Poiché il guaranà è ricco di caffeina, è necessario non associarlo ad altre piante o a integratori alimentari che ne contengano. Si sconsiglia di consumare il guaranà in associazione con l'efedrina con estratti di arancia amara. Può invece essere associato senza rischi al ginseng, alla gelatina reale, alla rodiola, alla curcuma o alla spirulina.

Interazioni con i farmaci
Il consumo di guaranà è sconsigliato in concomitanza con un trattamento a base di aspirina, anticoagulanti, inibitori piastrinici e inibitori delle monoamino ossidasi (MAO). È possibile aumentare gli effetti degli analgesici e ridurre quelli di sedativi e calmanti. Gli effetti collaterali di alcuni farmaci possono essere potenziati per effetto del tasso di caffeina. Possono verificarsi interferenze con i trattamenti contro il diabete. Il consumo di guaranà è fortemente sconsigliato in concomitanza con l'assunzione dei seguenti farmaci: cimetidina (ulcere grastroduodenali), clozapina, inibitori delle monoamino ossidasi, antiacidi, alendronico o alendronato (osteoporosi).

Parere medico

Benefici noti
Il guaranà produce effetti davvero positivi e permette di stimolare l'organismo in generale. Questa pianta favorisce la concentrazione, è un brucia grassi e rafforza il sistema immunitario. Non presenta gli effetti negativi della caffeina contenuta nel caffè, pur rimanendo un eccitante.

Avvertenza
A lungo termine, la caffeina non fa bene alla salute e causa dipendenza. Il guaranà va assunto in modo occasionale o come cura, ma non continuativamente o per lunghi periodi.

La ricerca sul guaranà
Le ricerche hanno dimostrato che il guaranà poteva arrestare lo sviluppo delle cellule cancerose e dei tumori. Questi esperimenti sono stati condotti sui topi e sono tuttora in corso. Altre ricerche hanno confermato che il guaranà permetteva di combattere la sonnolenza, aumentare il livello di attenzione, migliorare le prestazioni cognitive, coadiuvare nel controllo dell'aumento del peso e stimolare il sistema nervoso centrale.

Commenta
25/09/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale