Home  
  
  
    La moda del Chi
Cerca

Nuove terapie
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La moda del Chi

Da millenni, per gli Asiatici tutto è Chi. Con la voga dello zen e delle tecniche orientali, anche il Chi bussa alla nostra porta. Mancanza di energia, morale a terra... spalancagli la porta!

La moda del Chi
© Jupiter

Il chi è ovunque! Ma che cosa nascondono queste tre lettere? Perché bisogna armonizzare il proprio chi? Riflettori puntati su una pratica che sta facendo davvero tendenza.

Cos'è il Chi?

Per gli orientali si tratta dell'energia che collega tutto ciò che compone l'universo. I cinesi lo chiamano Chi, i giaponesi Qi (o Ki), mentre in India si parla di Prana.
Qualunque sia il nome con cui lo si conosce, questa energia è a fondamento di tutto: è il soffio di vita che dimora dentro di noi e che ci circonda. Il Chi si nutre dei nostri pensieri, delle nostre emozioni, delle nostre aspirazioni... L'abbiamo sperimentato più o meno tutti: pensieri negativi, una botta di depressione minano il morale e si associano spesso a un abbassamento del tono, a una mancanza di energia. Il Chi è anche influenzato dall'ambiente, dall'alimentazione, dalla forma fisica, dal tempo atmosferico, da ciò che ci circonda... Infatti, un cambiamento d'aria, un raggio di sole, una serata tra amici si rivelano spesso dei toccasana che permettono di tirarci su.

Il Chi trae origine nei chakra, sette punti allineati tra la sommità del capo e l'estremità del midollo spinale, circola poi attraverso i meridiani e si propaga in ogni cellula dell'organismo. Se per noi il Chi rimane qualcosa di astratto, per gli orientali si tratta di una realtà concreta, tangibile. Nella medicina cinese qualunque malattia è la conseguenza di uno squilibrio di energia causato sia dalle emozioni che indeboliscono il potenziale immunitario ed energetico del corpo sia da fattori esterni tra cui il clima e i virus.

Come armonizzare il Chi?

Il taï Chi chuan, l'aikido, il kinomiChi, il qi gong, lo yoga... sono tutte tecniche (o quasi) di chiara origine orientale che si fondano sul Chi. D'altronde, già nei loro nomi, in generale, è possibile ritrovare il termine Ki, il Chi. Una delle caratteristiche comuni a queste discipline consiste nel prendere coscienza del proprio corpo attraverso alcuni semplici movimenti, gesti lenti o posizioni fisse. La finalità non è imitare esercizi o posizioni, ma capire ciò che accade dentro di noi, di rimanere concentrati su noi stessi, pienamente consapevoli di ciò che stiamo facendo. Questi esercizi favoriscono il ritorno alla calma, placano le tensioni rendendo più elastico e irrobustendo il corpo
(mantenere le posizioni senza piegarsi richiede un buon tono muscolare). Per alcuni questi esercizi permettono di riconciliarsi con se stessi e di sentirsi in armonia con gli altri... il Chi può somigliare a una terapia. In base alle discipline e ai maestri, esiste una componente spirituale e addirittura mistica più o meno forte. Se sei refrattaria, forse farai fatica, ad esempio "a mantenerti salda al pavimento per metterti in contatto con le energie del cielo e della terra".

Come sbloccare il Chi?

Nella medicina cinese qualsiasi malattia è il risultato di uno squilibrio energetico. In pratica, inserendo gli aghi in punti precisi del corpo, l'agopuntore disperde un Chi bloccato allo scopo di ripristinarne la circolazione. Se si è allergici agli aghi si può ricorrere alle mani d'oro di un massaggiatore. Nel massaggio shiatsu, come in quello cinese, il lavoro consiste nell'armonizzare il Chi, esecitando pressione su punti specifici.

Anche in casa esiste il Chi

Da alcuni anni, è un argomento che occupa le pagine di quasi tutte le riviste: il Feng Shui. Si dice che un modello "casa dolce casa" improntato sul Feng Shui eserciti un'influenza positiva sulla salute e sul benessere. Il principio alla base del Feng Shui consiste nel disporre i mobili e gli oggetti in modo da non ostacolare il Chi e da ottimizzarne gli influssi. I colori, i materiali, l'orientamento rispetto ai punti cardinali sono solo alcuni dei fattori principali in grado di calmare o, al contrario, di scatenare le energie. Se si desidera abbracciarlo in modo serio diventa molto complicato perché occorre tenere conto della posizione della casa rispetto ai punti cardinali, quindi della disposizione di ogni stanza in riferimento al centro del focolare domestico, prima di occuparsi degli elementi decorativi e dei complementi d'arredo. In versione educorata, il Feng Shui è soprattutto sinonimo di buon senso. Per esempio, la polvere è una forma negativa di energia che occorre togliere regolarmente!
Forma, benessere, salute, complementi d'arredo… insomma nulla può sottrarsi al Chi! E tu che fai? Gli opponi resistenza? Hélène Huret

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Benessere

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale