Home  
  
  
    La fasciaterapia
Cerca

Nuove terapie
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Mal di schiena, storte… scopri la fasciaterapia

La fasciaterapia (o manipolazione fasciale) è una tecnica manuale comparsa una decina di anni fa in Francia. È attualmente praticata da circa cinquecento operatori con una formazione di massaggiatori-kinesiterapisti. Questa tecnica di massaggio dolce e profondo mira a individuare, quindi a eliminare, stress, dolori, shock o microtraumi fisici e psichici in cui possiamo incappare nella vita di tutti i giorni.

La fasciaterapia
© Jupiter

La fasciaterapia è nata in seguito a una presa di coscienza progressiva da parte di medici e pazienti: nel corpo "tutto è collegato, per cui il dolore a un alluce può rivelare un'affezione del ginocchio", sottolinea Philippe Hérisson, kinesiterapista. Oggi siamo certamente molto lontani dai libri di anatomia del passato, dettagliati ma un po" rigidi, che non consideravano il corpo umano nella sua totalità e inserito all'interno di una dinamica fisiologica dei tessuti viventi.

Liberare le tensioni e rilassare le catene muscolari

Il termine fasciaterapia deriva dalla parola "fascia", che si riferisce al tessuto connettivo che riveste l'insieme dei muscoli e degli organi, che vanno dalla testa ai piedi, dalla profondità alla periferia. Queste fasce sono in parte elastiche e possono assorbire lo stress fisico o psicologico, responsabile della contrazione di alcune aree del corpo.

Il ruolo del fasciaterapeuta consiste nell'individuare le zone di tensione e, attraverso massaggi, manipolazioni o immobilizzazioni in questi punti di appoggio manuali ben precisi, a renderli nuovamente mobili e malleabili. Infine, la fasciaterapia riequilibra e stimola il potenziale energetico. Questo aspetto la rende molto vicina all'osteopatia.

La fasciateriapia: per chi?

In generale, possiamo affermare che la fasciaterapia è l""ultima spiaggia". Le persone che ricorrono a questo tipo di pratica soffrono da diverso tempo e, molto spesso, hanno fatto uso in passato di tecniche della medicina convenzionale, che non sono state comunque in grado di risolvere i loro problemi. Tutti siamo chiamati in causa, "dal neonato all'adulto e, più in particolare, gli sportivi, il cui corpo è sottoposto quotidianamente ad aggressioni fisiche multiple", afferma Philippe Hérisson.

Tra le applicazioni più diffuse di questa terapia citiamo il mal di schiena, le storte, le tendiniti, le periartriti, ma anche i disturbi circolatori, digestivi, ginecologici, e così via.
Questa tecnica dolce, che richiede un certa qualità del tatto da parte dell'operatore, non comporta rischi significativi.

Una diversa concezione del corpo

Secondo Philippe Hérisson, perché il trattamento mediante fasciaterapia risulti efficace non può essere deciso senza una presa di coscienza preliminare da parte del paziente, da una "buona comprensione del funzionamento del suo corpo. Per l'operatore, sono fondamentali anzitutto la padronanza della tecnica e l'intuizione".

La seduta ha una durata da trenta a quarantacinque minuti, mentre il costo oscilla tra 23 e 46 Euro, a seconda del terapeuta e del luogo in cui esercita. Questa prestazione non è rimborsata dalla mutua.

Finora non sono stati condotti studi in grado di confermare l'azione positiva prodotta dalla fasciaterapia, tuttavia, il completo rilassamento che produce costituisce un elemento determinante in merito ai risultati che i pazienti affermano di avere ottenuto.
Isabelle Martin

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Benessere

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale