Home  
  
  
    Omeopatia: efficacia dimostrata?
Cerca

Omeopatia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Omeopatia: efficacia dimostrata?

Chi ha detto che l'omeopatia aveva solo un effetto placebo? Forte degli studi scientifici, questa disciplina tenta di dimostrare la sua efficacia di fronte a diverse malattie o come complemento nell'ambito di trattamenti già avviati. Ma gli esempi addotti riusciranno a mettere a tacere le malelingue? Nulla di meno incerto…

Omeopatia: efficacia dimostrata?
© Jupiter

L'omeopatia rimane ancor oggi una disciplina assai controversa. Nonostante l'ampia diffusione che conosce in Francia dove, in alcuni casi, viene persino rimborsata, è spesso criticata per la mancanza di prove scientifiche che si riferiscano alla sua efficacia. Ma le cose potrebbero cambiare. E molto. Infatti, alcuni studi recentemente pubblicati sembrano dimostrare l'azione dell'omeopatia in più ambiti.

Fibromialgia: addio stanchezza!

L'omeopatia pare efficace nel miglioramento dei sintomi della fibromialgia 1 . Questa affezione controversa, che colpirebbe dal 2 al 5% della popolazione, si manifesta con dolori diffusi, stanchezza cronica e disturbi del sonno. Dunque, l'omeopatia permette di combattere questo disturbo. E per far contenti i ricercatori, questo dato è appena stato dimostrato da uno studio. Di 53 persone affette da fibromialgia, le une hanno ricevuto trattamenti omeopatici, mentre le altre sono state trattate con placebo.

Le persone che hanno beneficiato del trattamento omeopatico hanno attestato una riduzione dei dolori. In generale, dichiaravano di avere una migliore qualità di vita.
L'omeopatia riduceva persino i rischi di depressione spesso associati alla fibromialgia.

Granuli: un aiuto contro il cancro del seno

Nella presa in carico del cancro, pare che anche l'omoepatia abbia proprietà interessanti. Certo è che la sua azione non mira direttamente ai tumori, ma consente piuttosto di migliorare il benessere e di combattere contro alcuni effetti collaterali dei trattamenti chemio o radioterapici. A tale proposito, un recente studio 2 pare dimostrare che l'omeopatia permetta di ridurre le nausee e i vomiti associati ai trattamenti di chemioterapia in occasione di cancro del seno. Anche in questo caso, si tratta di uno studio in cui una parte dei pazienti riceveva il trattamento a base di Cocculina, mentre gli altri con placebo. Le conclusioni non sono ancora disponibili, ma i primi risultati mostrano la reale efficacia di questo trattamento complementare nelle pazienti 3 .

Se questi dati vengono confermati, si tratterà di un passo importante per le pazienti.
Infatti, la chemioterapia in presenza di tumore mammario è difficile da vivere, sia sul piano psicologico che sul piano fisico. Diventa, quindi, fondamentale l'introduzione di qualsiasi iniziativa che permetta di migliorare e di rendere più sopportabile questa dura prova.

Preservare la pelle

Sempre nell'ambito del cancro del seno, l'omeopatia si è rivelata efficace per diminuire gli effetti collaterali di un altro trattamento: la radioterapia 4 . Questa tecnica, in particolare, è all'origine dei problemi della pelle (dermatiti).

Gli studiosi hanno, quindi, cercato di valutare l'efficacia dei trattamenti omeopatici locali su questi disturbi. Hanno confrontato un prodotto impiegato in modo classico, la trolamina (contenuto, ad esempio, nella famosa Biafina), con un medicinale omeopatico: la calendula. Inoltre, sulle 128 pazienti dello studio, le dermatiti erano decisamente meno abbondanti che nelle donne che ricevevano il trattamento omeopatico. Queste ultime accusavano anche meno dolori legati all'esposizione dei raggi. Questi piccoli progressi hanno la loro importanza, perché hanno dimostrato che il numero di donne propense a interrompere la radioterapia era meno numeroso…

Degli studi non esenti da critiche

Certamente, questi studi sono ancora poco diffusi e sono spesso condotti su un numero ridotto di pazienti. Per questa ragione, i risultati devono trovare conferma in altri lavori. Tuttavia, la loro proliferazione potrebbe confermare l'efficacia dell'omeopatia in alcune indicazioni terapeutiche. E se un trattamento si dimostra efficace, sia che attenga alla medicina "classica", ai metodi tradizionali o ai cosiddetti approcci "dolci", merita di essere preso in debita considerazione.

1 - Rheumatology (Oxford), maggio 2004; vol. 43: pp. 577-582.
2 - Breast Cancer res. Treat. 2003; 82: p. 637.
3 – Communicato dei laboratoires Boiron.
4 - J Clin Oncol. 2004, Apr. 15; 22 (8): 1447-53.
Louis Asana

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Benessere

Test consigliato

Semplice mal di testa o emicrania?

Test salute

Quiz - Mal di testa o emicrania?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale